Domande frequenti

Dati

In primo luogo, abbiamo integrato quelli esposti da migliaia di pubbliche amministrazioni italiane, secondo quanto prescritto dalla "Legge Anticorruzione", (L. 190/2012). In particolare, la modalità di pubblicazione dei dati - in formato XML - sono strettamente regolamentate dall'ANAC (Autorità Nazionale Anti Corruzione), il che ha favorito il rilascio di grandi quantità informazioni con modalità standardizzate.

Un'altra importante fonte di dati è rappresentata dall'Indice della Pubblica Amministrazione: http://www.indicepa.gov.it/.

Questi dati sono rilasciati con licenza creative commons attribution share-alike 4.0 in ragione della compatibilità con la licenza IODL 1.0, che è una delle più restrittive (e più spesso adottate) tra quelle dei dataset originali. (Altri dataset sono stati rilasciati con licenza IODL 2.0, comunque compatibile con CC BY-SA 4.0.)

Motore di ricerca

Non tutti gli organismi pubblici hanno esposto correttamente i dati ex “Decreto Trasparenza" sui contratti pubblici. Inoltre, al 21/05/2015, circa il 30% dei link di file xml presenti sul portale Open Data dell’ANAC sono errati o non restituiscono file validi, e circa 5000 PA sono completamente assenti sul portale Open Data ANAC. Ti consigliamo di segnalare il problema alla PA mancante, affinché possa colmare la lacuna.

Nel prossimo futuro, metteremo noi stessi a disposizione degli utenti strumenti per facilitare questo tipo di richieste.

Si tratta per la gran parte di organismi pubblici, i quali possono essere stazione appaltante, e in altri casi, aggiudicatari di un bando promosso da un altro ente pubblico.

Tecnologia

Linked Data! Usando ontologie standard, abbiamo convertito gli XML originari in RDF. Sfruttiamo Virtuoso Open-Source Edition come principale triplestore per i nostri dati, che sono anche accessibili mediante un endpoint SPARQL. Il front-end scelto per la visualizzazione degli RDF è LodView.

Il back-end del nostro motore di ricerca semantico è Sophia Semantic Search del nostro partner CELI, che a sua volta combina tecnologie proprietarie con tecnologie open source, incluse ontoogie e dataset open.